sull'amore

La direzione dell’amore

“A colui il quale non avrà saputo che amare corpi, forme, apparenze, la morte toglierà tutto. Chi ama le anime, le ritroverà.”

Victor Hugo

Ecco una citazione che mi ha subito attirato, proposta da un’amica che, mai lascia al caso i suoi contenuti. Riprendo questa citazione per evidenziare la personalità di tante gente, ancora legata a uno schema materialista, nel quale tutta la tensione interiore e tutto l’amore, evolvono verso la volontà di gratificarsi attraverso le apparenze, appunto i corpi, le forme, e ogni altro oggetto esterno a noi. Questa visione della vita, è stata funzionale fino a qualche decennio fa, almeno in occidente, a causa della necessità pratica della società che, ancora non teneva conto di valori più alti, i quali, solo verso la fine del 19° secolo, trovarono i loro esordi in poche anime elevate, per poi diventare un fenomeno di risveglio delle coscienze, a livello più globale, verso il primo decennio del 21° secolo. Il cambiamento avviene, poiché le persone si accorgono dell’impermanenza dei valori, ai quali si sono sempre ancorati in passato, iniziano a dubitare profondamente del significato della vita stessa, e, ritrovano nuovi valori e possibilità, legati non tanto alla materia, quanto al rapporto con se stessi e con gli altri, si svegliano all’idea di “lasciar andare” il possesso, in cambio dell’essere, della cooperazione, del riscoprire nel valore dell’altro il nostro valore. Contemporaneamente aumenta la consapevolezza verso l’ambiente nel quale viviamo e verso il corpo che abitiamo, portandoci verso scelte oggi più morali, come l’abbandono dell’alimentazione a base di carne, in quanto, molti sentono profondamente immorale, questa mancanza di rispetto nei confronti di ogni vita e l’abuso del quale siamo coresponsabili, nei confronti del pianeta…L’amore non è forse una profonda emozione e uno stato interiore di completo appagamento? Ed ecco, arrivare una scissione, l’amore egoistico, quello fine a se stesso e compensatore dell’ego, che travolge la persona in potenti emozioni fisiche ed emotive, salvo dissolversi alla “MORTE” non solo fisica ma anche di una relazione, e, quell’amore che si espande in modo più ampio e senza attaccamento, in un armonia universale, onnicomprensiva, che ci svela profondamente, quanto l’amore non sia solo un esperienza, ma, un vero e proprio stato armonico dentro di noi e alla base della creazione stessa. Sempre più persone si risvegliano a una comprensione più profonda dell’altro e della sua anima, sviluppando in primis l’amore per se stessi, dato dalla percezione di se, come di un anima divina, uguale (anche se con percorsi diversi) all’altro. E’ da questa prima visione che si forma la possibilità dell’aggregarsi in comunità, con nuovi valori sui quali realizzare la propria esperienza di vita. Quell’amore, quel sentire l’altro come “noi”, è quello che Victor Hugo descrive, solamente un contatto profondo tra anime e con l’essenza spirituale di tutte le cose, può creare quel movimento interiore che lascia le sue tracce nella nostra anima per sempre, e, proprio per questo diventa eterno, gettando le basi per il reincontro in altre vite.

MX

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...