come siamo

Maschile e femminile

Questa mattina a letto….riposo e letture importanti riempivano dolcemente il mio animo, il tempo scorreva libero da obblighi e doveri, saturo di sola interiorità.
osservavo dalla porta della camera la donna con cui condivido meravigliose esperienze, stava stirando…intenta con determinazione a questo lavoro…
Osservavo con quanta saggezza i suoi movimenti riuscivano in operazioni apparentemente elementari, che solo l’esperienza e la continua dedizione hanno elevato a saggezza; si può pensare che parlare di saggezza in questo caso sia esagerato, ma, questo è…, se dovessi io, anche solo piegare una camicia o semplicemente riporla in un cassetto, sono certo che mai raggiungerei il suo risultato.
Osservando più a fondo mi è sorta la domanda: chi glielo fa fare ?
D’altronde, stava stirando da diverso tempo e quello che faceva era per il bene comune non per sé !
mentre io ero a letto a nobilitare i miei momenti interiori, dedicandomi a me stesso, lei si occupava di noi, sacrificando il suo spazio personale…quello spazio che è nobile e importante per tutti noi.
In questo suo sforzo, non si respirava rabbia ne depressione, semplicemente così era. Osservavo come gesti automatici erano pervasi della sua presenza, del suo amore…..si, amore, …per chi ? Per cosa ? Forse per noi, o per sé ? no !
Amore per quello che fa !!! chiaro, con questo non dico che le piace stirare, no …non così tanto, per quanto una certa soddisfazione trapeli a lavoro eseguito, forse è più la consapevolezza di aver aderito a una tendenza interiore o a una dinamica famigliare gratificata con un “brava”.
E’ la una, ora andiamo a tavola a mangiare, le sue mani hanno preparato tra una camicia e un pentolino, cibo ottimo…..ottimo tutto……non un lamento, con fermezza…l’unica critica mossa a me e mio figlio è stata, siete così immersi nei cavoli vostri da non essere di compagnia !
Ma come ? Io non sarei riuscito ! Io avrei sentito la terra mancarmi sotto i piedi, come se dovessi obbligatoriamente sprecare il mio tempo…..chiaro, sto esagerando per rendere più evidente il contrasto, la diversità, ma veramente, di fondo, l’atteggiamento maschile è così diverso.
a tavola decido di spiegarle quello che ho vissuto nella mia interiorità, come fossi riuscito a sentire una tale perfezione e una tale nobiltà in quei gesti, in quel sacrificio, in quel donarsi agli altri……ne nasce una discussione a 3 sul maschile e sul femminile.
Cercando di portare all’essenza, il risultato è stato illuminante, di quella chiarezza che solo nel confronto si svela, nel femminile abbiamo riconosciuta l’istintiva dedizione nel preparare il “nido”, nel fare che sia pulito e accogliente, poiché, è lì che istintivamente la donna crea lo spazio per dare al mondo la vita…una nuova vita che, va accolta e protetta…una vita che richiede lo sforzo continuo fin nelle piccole cose….nei piccoli gesti….. la loro somma è possibilità di sopravvivenza, di accoglienza, in un atteggiamento di apertura all’altro, al nuovo, allo sconosciuto, che non è minaccia ma occasione….e così anche l’uomo, il prescelto, trova il suo posto portando le sue gioie e i suoi dolori, tra le braccia accoglienti di questa madre universale che è la donna.
dall’altro lato eccomi…ecco l’uomo….troppo spesso non ancora purificato e innalzato dai propri istinti e brame, cosa porta ? Cosa dona ?
Porta un atteggiamento più dissoluto più disordinato…dove ci si può accontentare di una cuccia…di un riparo, di uno spazio libero dove essere se stesso al di là di….ecco questo è il punto …mentre una donna si dedica alla famiglia – alla comunità – al mondo diventando dono e possibilità, un uomo, si proietta più verso se stesso, verso le proprie esigenze, dove lo spazio diventa conquista, l’incontro anche, dove se serve, la forza animale va a vantaggio della volontà di possesso…dove però questa energia diventa anche forza di protezione, nei confronti di questo spazio famigliare, della donna, dei figli, del territorio.
ecco il guerriero che dà sicurezza a chi gli si affida, dolore e morte a chi lo rifiuta…..un essere ancora troppo immerso nella materialità, nell’istintività….incapace di vedere e di essere attento alle piccole cose…troppo spesso incapace di guardarsi, come una donna sa fare.
ed ecco che arriviamo a questa nuova era ….un era, dove la donna prende spazi di carriera, come mezzo per staccarsi dalla dipendenza dall’uomo, dove realizza spazi personali, ovviamente pagandone un caro prezzo…..il lavoro impegna e spesso rinuncia alla maternità..o la vive in modo troppo ristretto per dare ciò che serve a un figlio….dall’altra parte un uomo che si trova privato di un ruolo che lo ha sempre sostenuto…quello del capo famiglia, guerriero dei tempi moderni…dove crollano le possibilità di possesso….grazie alla donna ora cambia anche il modo di rapportarsi, così energie femminili entrano nell’uomo, portandolo più in alto, a una sensibilità e attenzione accresciuta, la donna, pervasa di forze maschili si appropria di comando e decisione. in tutto questo traspira la meravigliosa azione della vita…degli esseri spirituali che ci spingono a trovare in noi il nostro opposto, per tornare a essere uno e poter condividere con l’altro, esperienze molto diverse da quelle che noi in queste vite potremo fare…esperienze nelle quali si torna allo spirito…nelle quali la stessa fecondazione non avverrà più come avviene ora….e già segni ci sono nella diminuita fertilità e potenzialità maschile….tempi in cui l’uomo nascerà dall’uomo, attraverso un rapporto d’amore profondo per la creazione…dove non ci sarà più diversificazione dei sessi e nemmeno degli intenti, poiché si torna all’origine…all’originaria forza spirituale creatrice… e non sarà più come già è stato in epoche lontanissime…prima del peccato originale….in cui la divinità ci penetrava e noi eravamo…. lei era…., ma, andremo verso un’era in cui saremo divinità COOCREATRICI dell’universo…ecco, questo Cristo è venuto a insegnarci, l’IO SONO. quindi tornando a terra ………grazie, perché ora, questa camicia ha un sapore tutto particolare, il sapore del tuo amore.

MX

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...